Monte Circeo

Mare a Torre Paola sul litorale di Sabaudia

Sono salito sul Monte Circeo solamente due o tre volte.
Non si contano invece le volte che, dal posto in cui vivo, solcando con lo sguardo il confine tra terra e mare sulla pianura, l’ho traguardato.
Quasi 47 kilometri verso Sud Est. In linea retta.
Nel guardarlo lo si potrebbe assimilare alle poco distanti isole Pontine arenate poco più all’orizzonte. Specie in alcune giornate in cui sulla pianura ristagna la nebbia e il promontorio sembra completamente circondato dall’acqua. Un tempo sembra che le cose stessero così.

Monte Circeo si erge, come un muro tra mare e pianura, per ben 541 metri.

Continue reading “Monte Circeo”

Beata te che vivi fra gli ulivi!

Ramo con olive in collina

C’era una volta…

Quando dico che vivo in collina, in un piccolo paese circondato da uliveti, nel 99% dei casi la reazione è “Beata te!”.

In quell’istante, l’immagine che vedo riflessa negli occhi dei miei interlocutori è più o meno questa:

  • antico casale ristrutturato, adagiato su una collina e circondato dagli ulivi;
  • ritmi lenti, mitezza, sorrisi e convivialità;
  • perfetta armonia con il cosmo e ritorno all’età dell’oro.
Continue reading “Beata te che vivi fra gli ulivi!”

Strettamente non necessario

Vista su località Le Fosse - Monte Lupone - Lepini

Premessa: sono dell’idea che la sopravvivenza di ogni specie debba tendere verso il giusto compromesso tra necessità e surplus. Intendendo per quest’ultimo il soddisfacimento di bisogni secondari. Il discorso sarebbe ampissimo e richiederebbe l’approfondimento di numerosi spunti di riflessione. Mi accontento, in questo post, di delinearne alcuni.
Ovvio che questi stessi pensieri potrebbero declinarsi relativamente alla pesca, alla raccolta di funghi, all’allevamento e all’agricoltura intensivi.

Continue reading “Strettamente non necessario”